Molte aziende, soprattutto quelle che sviluppano software, di qualsiasi tipo, hanno bisogno di poter supportare in ogni momento i loro clienti nell’utilizzo dei loro strumenti. Ciò significa essere presenti in qualsiasi momento, ogni volta si presenti una problematica.

In questi ambiti si utilizza molto l’assistenza remota, l’operatore, tramite un software, agisce sul pc del cliente “prendendo il controllo” del suo pc, sempre previo consenso, risolvendo i problemi o spiegando le operazioni da fare.

Questi software non sono naturalmente dedicati alle sole aziende, ma anche ai privati, quindi se volete aiutare i vostri amici o i vostri parenti senza muovervi da casa nel risolvere qualsiasi problema nell’utilizzo del pc.

ISLOnline è un’azienda che propone questo software, ISL Light, un programma molto leggero e facile da utilizzare, che utilizza, tra l’altro, la crittografia end-to-end.

Questo significa che i dati inviati e ricevuti sono crittografati, dunque non vi serve una VPN per la sicurezza di questa connessione.

COME PROVARLO

Per poter provare ISL Light dovete accedere a https://www.islonline.com/it/it/signup/ inserendo semplicemente un indirizzo email ed una password. Non è necessario inserire alcun dato di carta di credito o altro. A questo punto potrete scaricare ISL Light e cominciare a provarlo. ISL Client è invece il software che verrà installato sul pc di chi dovrà ricevere assistenza.

COME FUNZIONA ISL LIGHT

Una volta scaricato ed installato il software, la sua interfaccia è molto semplice. Come potete vedere, dall’immagine sottostante, avete il numero di sessione, che è univoco e cambia ogni volta che accedete al programma, il tasto Invita, che serve per invitare alla sessione di assistenza e il tasto Opzioni, dal quale si può scegliere se visualizzare il desktop remoto, condividere il proprio schermo o creare una chat.

Noi in questo caso ci concentreremo sulla sessione di desktop remoto. Il prossimo passo sarà quello di mandare un Invito tramite l’apposito pulsante al cliente per l’invio della mail ed invitarlo alla sessione.

Cliccando sul tasto Invita, come vedete nell’immagine qui sopra, appare questa finestra, dove, semplicemente, dovrete inserire l’indirizzo email dell’utente da invitare alla sessione di desktop remoto. Alla fine basterà premere il tasto Invia e l’utente riceverà la mail.

Potrebbe succedere che questa funzione, nella versione di prova, sia disabilitata, potete contattare l’assistenza in livechat, presente sul sito di ISLOnline per abilitarla.

Quella che vedete sopra è una casella mail che ha ricevuto l’invito ad una sessione di supporto remoto. Al cliente basterà cliccare sul link, scaricherà automaticamente ISL Light Client e darà il consenso per l’avvio della sessione.

A questo punto avrete il controllo del desktop del vostro cliente, potendo così svolgere tutte le operazioni necessarie per dargli supporto. Al termine potrete chiudere la sessione con l’apposito tasto X.

ALTRI SERVIZI DI ISL ONLINE

ISL Online offre anche la possibilità di creare riunioni online, webinar e livechat, per un completo supporto ai vostri clienti.

QUANTO COSTA?

I piani sono diversi e potete consultarli tramite questo indirizzo per capire quale fa per voi. Sono presenti piani sia per piccole che per grandi imprese.

Di Guido Dal Bo

Nato a Vittorio Veneto il 19/04/1985 e diplomato IPSIA settore elettrico nel 2009, mi occupo da molti anni di assistenza a persone anziane, nello specifico nella ristorazione. Nei primi anni 2000, grazie ad alcuni corsi in scuole private, sviluppo una grande passione per l'informatica, che mi porta prima ad approfondire l'utilizzo e poi anche la manutenzione di sistemi Windows. Studio anche linguaggi di programmazione web come html, css e php-mysql, aprendo il mio primo sito interamente dinamico nel 2006, dandogli il nome di guido85.it. Esso raccoglieva tutorial ed esperienze maturate nei corsi fatti. Grazie alla mia passione, in pochi anni, comincio ad assemblare i miei pc da solo, fino a riuscire a configurare un pc a partire dalla scelta dei componenti. Negli ultimi anni mi sono dedicato all' evoluzione dei nuovi dispositivi come smartphone e tablet, ma anche di Linux, nonchè all'evoluzione dei sistemi Windows.