Sono arrivate le distribuzioni .Iso di Windows 11, sempre in formato Dev e in questo modo possiamo fare un’installazione pulita.

Voglio approfittare di questo anche per dimostrare che è possibile installare Windows 11 anche su vecchi pc, non provvisti di TPM (Trusted Platform Module), il chip che contiene tutte le chiavi crittografate di Windows.

I vecchi pc, non potrebbero eseguire Windows 11, in quanto sprovvisti di TPM, ma in questo tutorial proveremo ad installare Windows 11 su un preassemblato HP di qualche anno fa, usando un trucco che poi vedremo.

Vi consiglio di fare questa procedura su un pc “muletto”, o su un HDD o SSD secondario, perchè queste sono ancora versioni non definitive e potrebbero avere qualche problema di stabilità.

COME SCARICARE LA ISO DI WINDOWS 11

Per poter scaricare la versione .ISO di Windows 11 dovete essere iscritti al programma Windows Insider Program, ne abbiamo già parlato in questo articolo (come installare Windows 11 | Tutorial).

A questo punto potete già dirigervi a questo indirizzo per scaricare la vostra iso di Windows 11.

Scegliate la versione, la Dev, la lingua e infine scaricate la vostra copia di windows 11.

CREARE LA CHIAVETTA BOOTABLE CON RUFUS

Siccome ancora non esiste uno strumento ufficiale Microsoft per creare chiavette bootabili, noi lo faremo con un programmino che si chiama Rufus, lo potete scaricare qui, sia in versione normale da installare sia in versione portable.

A questo punto inserite una chiavetta vuota nel vostro pc (deve avere una capienza di almeno 8Gb) e aprite Rufus.

A questo punto dall’interfaccia scegliete la chiavetta, su selezione boot scegliete Immagine disco o ISO – tasto SELEZIONA, andate a pescare la vostra ISO di Windows 11 quindi cliccate avvia.

Il processo non è velocissimo, io, con una chiavetta Usb 2.0 ci ho messo quasi un’ora, il processo rimane fermo per parecchio tempo al 96%, quindi non vi preoccupate. Nel frattempo potete fare altro.

Una Volta arrivato a conclusione potrete estrarre la chiavetta ed inserirla nel pc in cui intendete installare Windows 11.

INIZIARE L’INSTALLAZIONE DI WINDOWS 11

A questo punto iniziamo l’installazione assicurandoci che il pc si avvii da chiavatte, se non lo fa dovrete andare a modificare le opzioni di Boot dal Bios della scheda madre.

Una volta avviato da chiavetta vedrete questa schermata con i valori in Italiano pre impostati, cliccate sotto e si presenterà il pulsante Installa. A questo punto partirà l’installazione.

Ma, se avete un pc come il mio vecchio preassemblato, sprovvisto di TPM, l’installazione si interromperà subito, ed apparirà questo messaggio. Chiudete la scheramata e seguite i prossimi passi.

BYPASSARE IL TPM

A questo punto dobbiamo aprire il prompt dei comandi con i tasti SHIFT+F10 e scrivere su riga di comando regedit.exe.

A questo punto si aprirà il Registro di Sistema.

sulla parte sinistra dello schermo ci sono tutta una serie di cartelle contenenti le chiavi di registro

Noi dobbiamo aprire HKEY_LOCAL_MACHINE – SYSTEM – Setup. Qui creiamo una nuova cartella-chiave denominandola LabConfig.

Apriamola ed inseriamo due nuovi valori DWORD (32 bit) cliccando con il tasto destro del mouse.

Il primo si chiamerà BypassTPMCheck, il secondo BypassSecureBootCheck.

A questo punto cliccando col tasto dx su questi due nuovi valori creati andiamo su modifica valore. Sul campo Dati Valore inseriamo 1.

A questo punto possiamo chiudere tutto e cliccare nuovamente su Installa.

A questo punto inizierà l’installazione di Windows 11, del tutto simile a quella di Windows 10

Seguite tutti i passaggi inserendo i dati richiesti e scegliendo le opzioni che volete. Se inserirete subito i dati della vostra connessione Wifi o cablata cercherà immediatamente se ci sono aggiornamenti disponibili, quindi, l’installazione potrebbe risultare un pò più lunga.

Terminata tutta la procedura l’installazione si avvierà a conclusione, dovrete solo attendere che appaia il desktop.

Durante l’installazione è comunque normale che si verifichino più riavvii, caratteristica immancabile in ogni installazione di Windows.

A questo punto l’installazione può dirsi terminata e potrete iniziare ad usare windows 11 anche sul vostro vecchio pc.

NOTA BENE 1

Chi ha la possibilità di attivare il TPM da BIOS lo faccia, questo è un trucco non ufficiale, il pc che ho usato non sarebbe, secondo Microsoft, rispondente ai requisiti minimi pere eseguire Windows 11.

NOTA BENE 2

Come avrete visto, anche nel video, durante l’installazione non mi è stata chiesta ne la versione che volevo installare, ne alcuna product Key. Questo perchè il pc eseguiva già Windows 10 e sui preassemblati le chiavi si legano al pc in modo diverso. Windows 11 ha riconosciuto la Key di Windows 10 e quindi non mi ha chiesto un’ulteriore attivazione.

Chi usa pc diversi potrebbe dover usare una Key di Windows 10 per attivare Windows 11.

Di Guido Dal Bo

Nato a Vittorio Veneto il 19/04/1985 e diplomato IPSIA settore elettrico nel 2009, mi occupo da molti anni di assistenza a persone anziane, nello specifico nella ristorazione. Nei primi anni 2000, grazie ad alcuni corsi in scuole private, sviluppo una grande passione per l'informatica, che mi porta prima ad approfondire l'utilizzo e poi anche la manutenzione di sistemi Windows. Studio anche linguaggi di programmazione web come html, css e php-mysql, aprendo il mio primo sito interamente dinamico nel 2006, dandogli il nome di guido85.it. Esso raccoglieva tutorial ed esperienze maturate nei corsi fatti. Grazie alla mia passione, in pochi anni, comincio ad assemblare i miei pc da solo, fino a riuscire a configurare un pc a partire dalla scelta dei componenti. Negli ultimi anni mi sono dedicato all' evoluzione dei nuovi dispositivi come smartphone e tablet, ma anche di Linux, nonchè all'evoluzione dei sistemi Windows.