Parliamo spesso, sia qui nel mio blog, sia nel canale Youtube, di modem, router ecc. Ma quanti di voi sanno veramente che cos’è un modem e cos’è un router?

Cercherò di spiegarvelo in questo articolo, partendo da oltre vent’anni fa, quando c’era ancora la preistorica connessione a 56K

COME FUNZIONA UN MODEM?

Il modem (dall’acronimo MODulatore-DEModulatore) è un apparecchio che converte il segnale elettromagnetico proveniente dalla rete e convertirlo in un linguaggio traducibile dal nostro pc.

In poche parole, tutto ciò che scarichiamo nel nostro pc, foto, documenti, applicazioni ecc. sono segnali elettrici che vengono tradotti dal modem.

I primi modem con cui ho avuto a che fare sono stati quelli a 56K, quindi significa che arrivavano ad una velocità di trasferimento di 56 Kbit/sec, ed era un segnale completamente analogico, l’equivalente di una telefonata, infatti, se ci si collegava alla rete, non si poteva più telefonare.

Vecchio modem 56K

I PRIMI MODEM ADSL

Dopo qualche anno arrivarò l’ADSL e con essa i primi modem compatibili. Questa volta però, grazie ad un filtro che si applicava alla presa telefonica, si poteva sia navigare sia telefonare. Infatti l’ADSL era una tipo di segnale digitale.

Dopo poco tempo venne meno anche la necessità di installare i drivers, bastava semplicemente collegare il cavo ethernet ad una porta del modem alla scheda di rete del nostro pc e si navigava senza fare altro.

Con questi modem però si poteva navigare con un pc alla volta, il che era molto limitante, così arrivarono sia i primi router sia i primi modem-router

COME FUNZIONA UN ROUTER

Il compito del router è quello di gestire la connessione fornita dal modem, sia attraverso porte ethernet, sia attraverso il Wi-Fi, distribuendo in questo modo la connessione a più dispositivi connessi.

Se pensiamo che nei primi anni 2000 avevamo solo il pc di casa connesso ad internet, ed oggi, oltre vent’anni dopo, siamo connessi con tutto, smartphone, tablet, TV, decoder ecc…

L’ARRIVO DEI MODEM-ROUTER E DELLE “STATION E HUB” DEGLI OPERATORI

Con il tempo i modem puri sono spariti dal commercio, a vantaggio dei modem-router, dispositivi che incorporano sia la funzione di modem e di router.

D’altronde anche gli operatori di fonia fissa si sono adeguati fornendo in bundle con le promo sottoscrivibili di linea fissa, le loro Station o Hub, che non sono altro che modem-router con funzioni personalizzate dall’operatore.

Sono rimasti però i router, molto presenti sia nelle grosse catene di distribuzione, sia nel web. I dispositivi forniti dagli operatori, si sa, non forniscono prestazioni ottimali soprattutto nella gestione del WiFi.

Ed ecco che entrano in gioco i router aftermarket, cioè quelli che possiamo acquistare liberamente in negozio. Mettendone uno in cascata all’apparato fornito dall’operatore possiamo migliorare di gran lunga la qualità della nostra rete WiFi casalinga.

GPON E MODULI SFP POSSONO ESSERE CONSIDERATI MODEM?

Sia le unità GPON, che solitamente vengono collegate con cavo in fibra alla borchia ottica e con un cavo in uscita ethernet da collegare al router, sia le unità SFP da inserire negli apparati forniti dall’operatore, non possono essere considerati dei modem, in quanto il loro compito è quello di tradurre il segnale luminoso della fibra ottica in un segnale utilizzabile dall’apparato a cui sono collegate.

Di Guido Dal Bo

Nato a Vittorio Veneto il 19/04/1985 e diplomato IPSIA settore elettrico nel 2009, mi occupo da molti anni di assistenza a persone anziane, nello specifico nella ristorazione. Nei primi anni 2000, grazie ad alcuni corsi in scuole private, sviluppo una grande passione per l'informatica, che mi porta prima ad approfondire l'utilizzo e poi anche la manutenzione di sistemi Windows. Studio anche linguaggi di programmazione web come html, css e php-mysql, aprendo il mio primo sito interamente dinamico nel 2006, dandogli il nome di guido85.it. Esso raccoglieva tutorial ed esperienze maturate nei corsi fatti. Grazie alla mia passione, in pochi anni, comincio ad assemblare i miei pc da solo, fino a riuscire a configurare un pc a partire dalla scelta dei componenti. Negli ultimi anni mi sono dedicato all' evoluzione dei nuovi dispositivi come smartphone e tablet, ma anche di Linux, nonchè all'evoluzione dei sistemi Windows.