E’ la prima volta che acquisto uno di questi dispositivi. Con un buon modem router, in un appartamento di medie dimensioni come quello in cui abito, non ce ne dovrebbe essere bisogno. Io ho acquistato questo TPlink Range Extender RE300 con l’idea di risolvere il problema di connessione tra i miei decoder Sky Q Platinum e Sky Q mini.

Infatti lo Sky Q mini deve essere costantemente connesso allo Sky Q Platinum, altrimenti non si vede nulla. Il mio Sky Q mini soffriva di disconnessioni frequentissime, ogni tre minuti circa, una cosa snervante.

Come router, ormai lo sapete bene, ho un FritzBox 7590, che non crea mai problemi di questo tipo.

Ho pensato che mettere un Range Extender che potenziasse ulteriormente il segnale WiFi tra i due decoder Sky potesse risolvere il problema. E così è stato.

COME SI PRESENTA

Dentro la confezione, a parte il dispositivo è presente una guida rapida e la garanzia.

Questo extender è piuttosto voluminoso, infatti se avete una scatola con due frutti, ve li occupa entrambi. Io l’ho installata su una scatola a due prese, rendendo inutilizzabile la seconda.

Sulla parte frontale ci sono il led power, che deve diventare fisso per poter accedere al dispositivo, il led WiFi, che segnala la bontà del segnale rilevato, e i led delle due bande, 2,4 e 5 Ghz.

Lateralmente il tasto blocco e sblocco e il foro per il reset.

CONFIGURAZIONE

La configurazione di questo TpLink RE300 l’ho fatta con l’app Tether di TPlink, infatti ho avuto problemi ad accedere con il mio pc, nonostante io abbia una scheda WiFi dello stesso marchio…

In ogni caso, rilevare e configurare questo extender con l’app Tether è stato relativamente semplice.

Dapprima va eseguito il rilevamento, poi va scelta una password per poterlo gestire, infine va scelta la rete WiFi a cui connetterlo e le password per le bande 2,4 e 5 Ghz.

Una volta configurato questo dispositivo genererà una rete estesa, che utilizzerà la stessa password WiFi del router.

I dispositivi che collegherete al TPLink RE300 risulteranno connessi anche al router principale.

FUNZIONI PRINCIPALI

Dopo aver fatto la prima configurazione con l’app Tether, riesco ad accedere al dispositivo tramite Wifi con il pc.

Tra le funzioni principali, la possibilità di creare blacklist che impediscano l’accesso a dispositivi indesiderati, la gestione degli indirizzi IP.

Oltre a questo è possibile impostare delle regole di accensione e spegnimento in base all’orario e variarle per tutti i giorni della settimana.

Ci sono poi tre livelli di potenza del Wifi tra i quali scegliere, oltre al modo di gestione della banda, se in automatico oppure si può scegliere tra quale delle due bande WiFi si vuole utilizzare.

PUO’ FUNZIONARE ANCHE IN UNA RETE MESH

Il TPlink RE300 può essere utilizzato in una rete Mesh con dispositivi TPlink One Mesh compatibili. Va detto che i router compatibili non sono molti.

Avendo io un FritzBox 7590 avrei potuto prendere un repeater dello stesso marchio, ma visto il costo elevato dei dispositivi AVM ho optato per questo, visto che su Amazon, quando l’ho acquistato, costava solo 36€.

E secondo me è un ottimo prodotto, stabilissimo, non si perde nulla in velocità di navigazione rispetto al router principale. oltretutto mi ha risolto il problema dei decoder SKY Q, altrimenti avrei dovuto prendere uno Sky Booster, e viste le ultime disavventure avute con Sky, non ne avevo proprio voglia.

Di Guido Dal Bo

Nato a Vittorio Veneto il 19/04/1985 e diplomato IPSIA settore elettrico nel 2009, mi occupo da molti anni di assistenza a persone anziane, nello specifico nella ristorazione. Nei primi anni 2000, grazie ad alcuni corsi in scuole private, sviluppo una grande passione per l'informatica, che mi porta prima ad approfondire l'utilizzo e poi anche la manutenzione di sistemi Windows. Studio anche linguaggi di programmazione web come html, css e php-mysql, aprendo il mio primo sito interamente dinamico nel 2006, dandogli il nome di guido85.it. Esso raccoglieva tutorial ed esperienze maturate nei corsi fatti. Grazie alla mia passione, in pochi anni, comincio ad assemblare i miei pc da solo, fino a riuscire a configurare un pc a partire dalla scelta dei componenti. Negli ultimi anni mi sono dedicato all' evoluzione dei nuovi dispositivi come smartphone e tablet, ma anche di Linux, nonchè all'evoluzione dei sistemi Windows.