Spesso ci capita di sottoscrivere una promo di rete fissa con compreso il modem incluso. Soprattutto in passato, quando non era possibile scegliere, ci ritrovavamo con questi apparati che sicuramente non erano, e non sono di buona qualità e soprattutto, lasciano a desiderare in quanto a prestazioni per quanto riguarda il WiFi

Ho provato modem Tim, Vodafone e Windtre, e tutti e tre, chi più, chi meno, mi hanno dato problemi con il WiFi, con la gestione della banda, e quindi con la stabilità della connessione, o peggio con la copertura.

E ora come si fa, come ovviare al problema?

Non potendo scegliere e avendo già il modem operatore, una soluzione è quello di collegare in cascata al modem dell’operatore un router dalle migliori prestazioni, facendogli gestire la parte Wifi, condivisioni stampanti e memorie, rete LAN, insomma quasi tutto!

Al modem operatore lasceremo gestire la parte telefonica, oltre a ricevere il segnale internet dalla presa a muro.

Io in questo tutorial ho usato, come router, un TPlink Archer VR1210V, che potete trovare anche in versione senza fonia Voip (io avevo questo, ho usato questo) a meno di 80€, ed ha prestazioni di gran lunga migliori di qualsiasi modem router fornito da un operatore.

Oltretutto, questa procedura di configurazione è utilizzabile su gran parte dei router TPlink prodotti negli ultimi anni in quanto il software è simile.

COME SI COLLEGANO I DISPOSITIVI

La procedura descritta è standard, va bene con qualsiasi modem e qualsiasi router in commercio, quello che può cambiare leggermente è la configurazione lato software, ma lo vedremo dopo.

Ecco come collegare modem operatore e router in cascata:

  • collegare la porta DSL del modem operatore alla presa a muro tramite cavetto rj11, o la porta SFP con il cavo fibra se avete la FTTH
  • collegare il telefono fisso ad una porta TEL del modem operatore, tramite altro cavetto rj11
  • Ora prendere il router TPlink da mettere in cascata e, con un cavo ethernet, collegare la sua porta WAN, ad una porta LAN del modem operatore.

CONFIGURAZIONE DEL ROUTER TPLINK

A questo punto abbiamo creato la connessione in cascata. Passiamo ora a configurare, per primo, il nostro router TPlink.

Apriamo il browser e connettiamoci al router tramite la sua rete WiFi oppure tramite cavo ethernet. Con il browser ci portiamo all’indirizzo tplinkmodem.net oppure all’indirizzo IP stampato posteriormente.

A questo punto ci apparirà la procedura guidata. Dobbiamo obbligatoriamente inserire Paese e fuso orario.

Dopo di che possiamo interrompere la procedura guidata ed andare su Modalità Avanzata, portandoci sul meno Modalità Operativa. Dobbiamo spuntare la voce Router Wireless.

Attendiamo il riavvio e a questo punto il router acquisirà un indirizzo IP dal modem operatore e sarà pronto a navigare.

CONFIGURAZIONE MODEM OPERATORE ES. VODAFONE POWER STATION

Per configurare la Vodafone Station o Power Station, colleghiamoci tramite la sua rete Wifi o cavo ethernet e da browser all’indirizzo vodafone.station.

Nella home page attiviamo la modalità utente esperto, quindi andiamo su Condivisione e disattiviamo tutte le opzioni di condivisione.

Nella sezione Internet, disattiviamo il Firewall, il NAT statico e i DDNS, se li abbiamo configurati.

In ultima battuta disattiviamo il WiFi.

CONFIGURAZIONE MODEM OPERATORE ES. HOME & LIFE HUB DI WINDTRE

Per configurare il modem Home&Life di WindTre, colleghiamoci tramite la sua rete Wifi o cavo ethernet e da browser all’indirizzo 192.168.1.1.

Andiamo nella sezione connettività e su sezione LAN, dovremo trovare l’Archer VR1210V già presente.

Se è presente andiamo al menu a destra, Network>rete locale LAN > DHCP statico>Configura DHCP statico.

Attiviamo il DHCP statico, dal menu a tendina selezioniamo il nostro router TPLink. Appariranno l’indirizzo MAC e l’indirizzo IP.

Clicchiamo su OK, quindi vedremo attivo lo stato nella schermata successiva.

A questo punto andiamo a disattivare il Firewall, dal menu Sicurezza>Firewall.

A questo punto possiamo anche disabilitare il Wifi.

Di Guido Dal Bo

Nato a Vittorio Veneto il 19/04/1985 e diplomato IPSIA settore elettrico nel 2009, mi occupo da molti anni di assistenza a persone anziane, nello specifico nella ristorazione. Nei primi anni 2000, grazie ad alcuni corsi in scuole private, sviluppo una grande passione per l'informatica, che mi porta prima ad approfondire l'utilizzo e poi anche la manutenzione di sistemi Windows. Studio anche linguaggi di programmazione web come html, css e php-mysql, aprendo il mio primo sito interamente dinamico nel 2006, dandogli il nome di guido85.it. Esso raccoglieva tutorial ed esperienze maturate nei corsi fatti. Grazie alla mia passione, in pochi anni, comincio ad assemblare i miei pc da solo, fino a riuscire a configurare un pc a partire dalla scelta dei componenti. Negli ultimi anni mi sono dedicato all' evoluzione dei nuovi dispositivi come smartphone e tablet, ma anche di Linux, nonchè all'evoluzione dei sistemi Windows.